Dall’Aglio Marzia (1958- )

Marzia Dall'Aglio
COGNOME Dall'Aglio
NOME Marzia
DATA DI NASCITA 30/06/1958
LUOGO DI NASCITA Parma
DATA DI MORTE
LUOGO DI MORTE
STATO CIVILE coniugata
TITOLO DI STUDIO Diploma Perito agrario
PROFESSIONE impiegata
APPARTENENZA POLITICA socialista
ISCRIZIONE A UN PARTITO Partito socialista italiano
ORGANIZZAZIONE SINDACALE CGIL: Segreteria della Camera del Lavoro di Reggio nell'Emilia; Fedrazione lavoratori metalmeccanici FLM; Federazione lavoratori agroindustria FLAI; Funzione pupplica FP; Sindacato pensionati SPI; Federazione europea pensionati FERPA
LUOGHI DI ATTIVITÀ Reggio nell'Emilia; Bologna; Bruxelles
 
PROFILO BIOGRAFICO

PROFILO BIOGRAFICO Nata a Parma il 30 giugno del 1958, da Gisberto, operaio e Giannina Ferrari casalinga, dopo aver completato gli studi superiori con l’acquisizione del Diploma di Perito agrario presso l’Istituto professionale “Angelo Motti” di Reggio nell’Emilia, nel 1974 iniziò a lavorare fin da subito come addetta contabile nel settore del commercio a Parma. Di seguito,  nel 1980, fu assunta come impiegata presso il Comune di Gattatico (RE) per rimanervi come impiegata amministrativa addetta all’ufficio tecnico comunale sino al 1982. E’ tale data che segna la sua assunzione come funzionaria sindacale Cgil presso la Federazione unitaria dei lavoratori metallurgici (Flm) del distretto industriale della Val d’Enza, nella sede comunale di Sant’Ilario d’Enza. Nel 1984, coerentemente ai nuovi assetti organizzativi che la Cgil si era data in quegli anni, Marzia diventò, Responsabile di zona del sindacato dei lavoratori chimici nel distretto industriale della Val d’Enza, incarico che ricoprì sino al 1987. Dal 1988 al 1992 fu componente della Segreteria provinciale della Flai, la categoria dell’agroindustria della Cgil. Dal 1991 al 1999, fu anche componente della Segreteria confederale della Camera del Lavoro di Reggio Emilia. A tali incarichi si aggiunse, più tardi, anche quello di Responsabile di zona per la Funzione pubblica - Fp. Dopo essersi misurata con diverse esperienze nelle categorie della Filcea, della Flai e della Funzione pubblica - Fp, Marzia diventò, Responsabile dell’intera zona confederale Cgil della Val d’Enza. Incarico che ricoprì sino al 2008, quando, non ancora pensionata, uscì dall’apparato confederale per entrare a far parte dell'apparato del sindacato dei pensionati Spi e della stessa Segreteria provinciale dello Spi Cgil di Reggio nell’Emilia. Il mantenimento in carico alla gestione pubblica delle scuole dell’infanzia comunali, culminato nell’accordo siglato con il Comune di Cavriago (RE) nel 2008 caratterizzò fortemente l’impegno di Marzia in quegli anni e l’accordo del 2008, raggiunto dopo estenuanti trattative, rimarrà un pilastro significativo della sua militanza sindacale e della storia delle scuole dell’infanzia. Tra gli incarichi ricoperti in seno alla Segreteria confederale della Camera del Lavoro di Reggio Emilia fu importante l’attività che svolse come Responsabile del Coordinamento donne e, in occasione delle celebrazioni per la ricorrenza dell’8 marzo, Giornata internazionale delle donne, furono diversi gli eventi e gli incontri che segnarono il percorso sindacale e umano di Marzia. Nel 1993 fu Miriam Makeba – nota anche come Mama Afrika - grande artista sudafricana, cantante jazz e di world music nonché leader nella difesa dei diritti dei neri e contro l’apartheid, componente dell’African National Congress ad essere ospitata a Reggio Emilia. Più tardi, nel 2003 e sempre in occasione dell’8 marzo, Marzia curò la pubblicazione del volume “Non c’era tempo di piangere” contenente il diario di Margherita Cervi, vedova di Antenore, uno dei 7 fratelli Cervi trucidati dai fascisti il 10 ottobre del 1944. La prefazione fu affidata a Nilde Iotti e anche l'incontro con lei resterà uno dei momenti più emozionanti della sua vita sindacale. Nel 2010 fu eletta Segretaria generale dello Spi di Reggio nell’Emilia, mandato ricoperto fino allo scadere del suo secondo mandato nel 2018. Dal marzo del 2019 è componente della Segreteria regionale dello Spi Cgil dell’Emilia-Romagna e ricopre i seguenti incarichi: politiche di genere, della formazione sindacale, del benessere, delle politiche abitative. A lei sono affidati anche i rapporti tra Spi e Auser e le politiche internazionali. Dall’ottobre del 2019 è entrata a far parte del Comitato esecutivo della Federazione europea Ferpa, cui sono affiliate le associazioni sindacali europee dei pensionati. Sposata con Maurizio Zanellato dal 1978, ha una figlia e vive tutt’ora a Gattatico (RE).
 
FONTI E BIBLIOGRAFIA
Fonti: Questionario raccolto per il progetto "Profili biografici di sindacaliste emiliano-romagnole (1880-1980)", Fondazione Argentina Bonetti Altobelli. Bibliografia: "Gli uomini e le donne della CGIL" 1944 - 2006. Ediesse 2007
 
IMMAGINI
 
LINK
CREDITS
scheda compilata da: Anna Salfi